Questi sporchi saluti romani...

I nostri nonni, i nostri bisononni, i nostri predecessori italiani si sono battuti, sono morti, si sono rotti delle ossa e hanno sentito quella sensazione di quando sai che dall'altra parte c'è qualcuno con una pistola pronta ad ucciderti; tutto questo per liberarci.
E gli italiani fanno il saluto romano.
E gli italiani inneggiano al fascismo.
Inneggiano a ciò che ci ha imprigionati. Ad un totalitarismo che voleva dirci cosa fare, senza alcuna libertà di decidere, senza votare, senza scrivere quello che si voleva, senza dire quello che si voleva.
Imprigionati. Schiavi degli ordini altrui. Ordini su tutto.
No, non va bene. Non è giusto.
Come ci si può odiare tanto da non desiderare nemmeno la propria libertà?
I partigiani erano comunisti, liberali, cristiani, erano tante cose, ma erano anche una cosa sola: antifascisti.
Loro ci hanno liberati e, anche io, da ignorante quale sono, so che per essere liberati c'è bisogno di essere prigionieri.
Noi italiani non possiamo non essere antifascisti e non mi interessa chi altro lo dice insieme a me, se ci sono autorità importanti, io non mi baso su di loro, mi baso su un semplicissimo fatto: il fascismo ci ha resi schiavi.

Se volete essere schiavi, a questo mondo avete solo l'imbarazzo della scelta, ma io voglio essere libera. Quindi togliete i vostri sporchi saluti romani dalla splendida e libera capitale di noi... di noi italiani.

Segnalazioni: Chelsea & James, Platino Blindato e Navigando Tra i Confini della Realtà!

Ciao! Oggi post un po' diverso per segnalarvi diverse uscite di autori italiani.

Il primo libro di cui vi parlo è: Chelsea & James. 



L'autore: Giuseppe Cozzo, classe 1992. Chelsea & James è il suo romanzo d'esordio autopubblicato attraverso il servizio Kindle Direct Publishing di Amazon. Sta lavorando al prossimo romanzo che verrà pubblicato nel 2015. 

La trama: Nel tentativo di perseguire il proprio personale senso di giustizia, due ragazzi cercano di fuggire da un ingombrante passato, che li condiziona fortemente. 
La moralità, immancabilmente relativa, viene messa in discussione, mentre un viaggio li porterà via dalla zona in cui hanno imparato a soffrire. 
Scopriranno che allontanarsi da un luogo è impossibile, ma prendere le distanze dalle proprie vite è un obiettivo che può essere raggiunto solo conoscendo sacrifici forse insopportabili. 

Prezzo: Formato Kindle: 0,99 € 
Formato Cartaceo: 6,24 € 

Links: All'acquisto: qui. (Amazon, dove potete trovare anche un inizio del libro per farvi un'idea). 
Al sito dell'autore: qui.  
Twitter: @GiuseppeCozzo92

Il secondo libro di oggi è: Platino Blindato 


Spin Off del già segnalato libro A un passo dalla vita, che sta uscendo in formato cartaceo. 

L'autore: Thomas Mellis. 

La trama: 
Condannato al soggiorno obbligatorio nel centro nord. In una Firenze mai nominata lontana dai tesori artistici e dalla bellezza rinascimentale. Inizia così la storia di Liggio, un meridionale "amico degli amici", pronto a ricominciare da zero grazie a un linguaggio internazionale: quello dei soldi sporchi. L'incontro con vecchie conoscenze, l'arrivo di nuovi concorrenti e di un'organizzazione sempre più potente, nello scenario della rivoluzione degli equilibri mondiali post 1989 e della mutazione del mercato criminale italiano. In una zona dell'economia preziosa e grigia come platino: come Platino Blindato.

Prezzo: Gratuito. 

Links: per scaricare lo spin off: qui.
Per comprare "A un passo dalla vita" in formato cartaceo (prezzo: 17,00 €): qui.

Ed infine, il terzo libro che ho da presentarvi è: Navigando Tra i Confini della Realtà. 
Il libro è in realtà una raccolta di undici storie. 


L'autore: Ken Bi. 

Trama: Le undici storie sono tutte collegate dall'elemento del fantastico e s'intitolano: 
Lo psichiatra 
Lo stratega
Frida (aspettative)
Habemus Papam
Luisa (loop, tra sonno e veglia) 
Il caffè, ovvero il fantasma dell'amore presente, passato e futuro
Il creativo
Elisabetta (la soluzione finale)
Il guardiano dei vampiri
Giusto in tempo
Super

Per saperne di più delle varie storie: qui il link alla pagina su Amazon per leggere un estratto e acquistare il libro in formato digitale (Prezzo: 0,99 €) 

Per saperne (ancora!) di più: qui (Dandelion, il blog degli scrittori emergenti) e qui (Scrittura-Mania) i links a due recensioni. 

Infine, qui il link alla pagina Facebook dell'autore. 

Eh Bien! Adieu, mes amis! Nous nous rencontrer ici! 

Ricorda che sei un diavolo in paradiso e un angelo all'inferno

Someone Saved My Life Tonight - Elton John 

Ricordati che se qualcosa ti fa male, ti porta grandi cose.
Ricordati che i dolori sordi allo stomaco sono le aspettative di qualcosa di bellissimo, sono il timore che i tuoi sogni siano tutte illusioni. Sono la dimostrazione che sei in grado di sognare. Ricordati che i dolori sordi allo stomaco e l'agitazione nel petto sono segno che sei vivo.
Ricorda che i groppi in gola delle parole non dette man mano si ammassano tutti sulla cassa toracica, e premono.
Ricordati che sbagliare è umano e perseverare è sempre umano. Ricordati che siamo tutti peccatori senza redenzione.
Ricorda che non esiste destino e che camminare su una strada mentre la si sta costruendo non è facile. Quindi, se mai ti sentissi perduto, sappi che ci sono milioni di persone che si sentono allo stesso modo. Me compresa.
Ricorda che non esistono solo due vie. Non esiste solo sparare o essere uccisi. Non esiste solo buono o cattivo. Puoi mettere i fiori nella tua pistola.
Ricorda che non potrai mai essere completamente in pezzi, né completamente sano.
Quando ti starai rompendo, ricordati che puoi ripararti. Traballerai per il resto della vita, ma starai in piedi.
Oh, puoi mettere una garza alle tue ferite.
E se mai le lacrime ti premeranno gli occhi, ricordati che non sono avvelenate.
E se mai qualcuno trasformerà il tuo cuore in ghiaccio e poi gli darà un leggero colpetto, frantumandolo, ricorda che puoi urlare di dolore.
Perché sei umano.
Ricordati che il dolore esiste, ed è magnifico, e c'è sempre una terza strada, e sei umano; e non hai bisogno di altro che del tuo essere così imperfettamente umano.
Umano, fortemente umano.

Dicono che ci si vergogni spesso del proprio passato...

...Io rispetto sicuramente di più la me bambina che la me di adesso. E, probabilmente, a quarant'anni guarderò con occhi fieri la me diciottenne.

Touch The Sky - Avril Lavigne

Serve mantenere la freschezza. Il profumo dei papaveri sotto il sole. Le pesche calde d'estate. Serve avere i piedi nudi e il viso libero.
C'è bisogno di odorare di latte.
Della meraviglia negli occhi.
Si deve avere paura delle ombre ed essere curiosi nel buio. Ogni volta che mangiamo un biscotto lo dobbiamo sentire mentre si squaglia sulla lingua con il dolce-amaro cioccolato fondente che ci insegna la vita.
Ed è la prima volta che si sente l'odore dell'inchiostro.
Ci si arrabbia perché si ama qualcosa.
La nostra vita ha bisogno di schizofrenia da caffè e di furia da adolescenti.
Sentirsi crescere la rabbia dentro come cani ammalati.
Lo zucchero filato della giostra.
Abbandonarsi al piacere di una canzone. Le dita scorrono sulla seta.
Si fuma davanti alla luna. La nausea da troppe caramelle.
La prima margherita di stagione. Bisogna voler distendersi in mezzo ai campi di fiori.
C'è la necessità di sognare, c'è la necessità di volere.
Le gambe che tremano. Come dei bambini di fronte all'eclissi.
Piangiamo guardando Alice nel Paese delle Meraviglie. Ridiamo per un nonnulla.
Ritroviamo la freschezza di una sigaretta rubata alla vita. Di un alito di vento inglobato nei nostri polmoni.
Scriviamo come un tempo. Scriviamo quello che desideriamo, senza che sia di qualità, senza che sia originale.
Scriviamo come se nessuno ci leggesse. Senza cancellature. Con i temi scritti di getto e ricopiati.
Così. Senza plasmarci. Con freschezza.