Non sono la mia vagina

Man! I Feel Like A Woman - Shania Twain 

Vorrei essere un maschio.

Ma sono una femmina. E non mi vedrò bruciare difronte i miei diritti solo perché non sono nata con un pene. No, io, come tutte le donne:

Sarò ascoltata. Nessuno mi urlerà: "taci puttana".
M'interesserò di politica e sarò presa sul serio. Potrò uscire a petto nudo. Potrò vestirmi come desidero senza aver paura. Potrò andare dove voglio, all'ora che voglio.
Potrò litigare senza sentirmi dire: "rimettiti al tuo posto".
Potrò uscire per strada senza che la gente fischi, senza che la gente mi segua, senza che la gente pensi di avere diritto a fermarmi solo perché sono una ragazza.
Scriverò senza che i miei libri vengano considerati di poco valore. Potrò non depilarmi se non ne avrò il tempo senza che qualcuno faccia la faccia schifata e me lo faccia notare.
Potrò bere, fumare e parlare di sesso come un uomo.
Mi presenterò ad un colloquio di lavoro e non mi sentirò dire che sono stata rifiutata perché ho intenzione di avere figli.
Nessuno mi dirà che per fare la giornalista ci vogliono "le palle".
Nessuno si sentirà più autorizzato a toccarmi. Nessuno mi dirà più che io non posso perché sono una ragazza.
Non sarò pagata meno del mio collega maschio.
"E' una cosa così da ragazze" non sarà un dispregiativo.
Non mi si dirà: "stai buona, non ti riguarda".

Mi riguarda. Ho un pessimo carattere. Sono arrogante e prepotente. Se non lo fossi, nessun uomo mi ascolterebbe. Ho allontanato tanti ragazzi perché si sono visti davanti una persona che non voleva subire tutto.
E' vero, sono una "rompipalle", ma ho tanta voglia studiare. Leggo i giornali tutti i giorni e rifletto. Leggo libri e imparo. Scrivo fino a che non mi viene mal di testa, a volte anche oltre, per allenarmi. Mi spacco la schiena anche d'estate perché mi piace e non chiedo niente in cambio. Solo i diritti. Quelli di ogni essere umano. Voglio essere rispettata. Voglio che ogni donna sia rispettata per quello che è.
Non voglio essere fiera di dire che "sono una donna" o altre stronzate del genere. Io non sono principalmente una donna. Sono una persona con tante caratteristiche umane.
E tutta la mia psiche, buona o cattiva che sia, deve venire prima della mia vagina.

E dopotutto cos'è una bugia? Solo una verità in maschera!

Keen On Boys

Pirandello scriveva Uno, Nessuno, Centomila.
Perché nessuno è esattamente come appare. Ve lo dice una bugiarda professionista.
Mentivo ventiquattr'ore al giorno per proteggermi. Ero una bambina triste. Venivo bullizzata, ma i libri e le bugie mi hanno salvata.
Forse siamo fuori tema.
Le persone che mentono possono nascondere la verità, loro possono nascondere la loro personalità. E' così facile.
Loro imparano come scoprire la verità. Sanno come tirare fuori il peggio delle persone. Possono mostrarvi i vostri segreti. Segreti che tenete in un angolo profondamente nascosto in voi.
I bugiardi potrebbero sembrare stupidi, superficiali, ma stanno solo mentendo: loro sono nascosti. Sanno cosa vogliono e ve lo faranno dire.
Dovete fare attenzione alle persone superficiali, a quelle innocue. Potrebbero essere dei bugiardi. Possono nascondere un mondo intero dentro di loro. Dovete guardarle negli occhi e allora, forse, potreste vedere quella luce, la scintilla di scaltrezza che contiene qualsiasi cosa eccetto le intenzioni.
Le loro intenzioni, infatti, sono ormai dentro di voi e i bugiardi vi hanno già messo le loro mani sopra.


PS. Vorrei puntualizzare, al fine di non far sorgere malintesi, che io non vedo nelle bugie qualcosa di bello o che si possa utilizzare, ma so che le bugie aiutano a rendere più nascosti i propri desideri, aiutano a mettersi una maschera. Ed una maschera, in alcuni mestieri, come in alcune situazioni della vita, può essere utilissima per scoprire verità gigantesche.
Ho imparato a mentire da piccola, ero solo una bambina spaventata e non sapevo in quale altro modo non farmi prendere di mira. Diciamo che le bugie per me sono state propedeutiche.

Velocità cristallizzata

I'm So Sorry - Imagine Dragons

E' una musica.
Ogni notte, ogni giorno, ogni persona, ogni sbaglio. Tutto fa parte di una musica assordante. Ed è bellissimo.
Sto fuggendo. Scappo come se la morte dovesse venire a prendermi domani. Il giorno fuggo dalla notte scura. La notte fuggo dalla luce accecante del giorno.
Alcuni momenti del giorno si fermano e tutto resta immobile. Le cicale con la loro voce. Il caldo con le sue dolci mani sulla mia pelle. L'acqua che mi scorre addosso quasi io fossi la montagna e lei il fiume.
La notte, poi, è composta da flash di fotografie. Un mucchio di momenti che si mescola con lo scorrere del tempo. E tutto si muove e tutto resta uguale.
Chiudete gli occhi e immaginate di essere sul sedile passeggero di una macchina, di notte, con le luci dei lampioni che sfrecciano accanto a voi, il finestrino abbassato e il vento caldo che vi sferza il volto. Andate veloci, ma non sentite la velocità, sentite pace.
Flash.
So che è sbagliato, so che non si dovrebbe fare, eppure non sono stata attraversata nemmeno da un grammo di paura. Solo meraviglia.
Sono in un perenne movimento in quiete.
Sto correndo, il mio corpo si muove, la mia mente resta ferma. Tutti sembrano adorarmi, ma è un'illusione. E' una menzogna. Sono ancora estremamente inadatta. Ed è un pregio, anche se fa stare male. E' un pregio essere qualcos'altro oltre la propria faccia. Perché la maggioranza delle persone non sa voler bene. Lo dico per esperienza: io non voglio bene a tutti. Anzi. Non so affezionarmi a tutti e non riesco ad evitare di fare male, a volte. E' naturale. Qualsiasi essere umano desidera primeggiare. Nessun essere umano potrà mai essere adorato da chiunque, in eterno.
L'adorazione, la fama, l'amore infinito, l'essere i migliori... sono tutte bugie. Così come il movimento in quiete. Irrealizzabili. Non concretamente.
Prima o poi l'adorazione si trasforma in decadenza e ci si trova a non andar più bene. Nessuno che si senta bene a fare qualcosa, però, sentirà necessaria l'adorazione, non ne soffrirà mai la mancanza. Bisogna fare ciò che si ama per se stessi e perché lo si ama. Non si potrà mai essere i migliori.
Prima o poi, l'amore si trasforma in fastidio. La passione si sgretola. Ma se qualcosa è eterno, allora resta l'affetto, l'accettazione, la fiducia, la stima. E il moto è quiete.
Sto vivendo in eterno ogni secondo. Sto imprimendo in me quell'amore che riesco a provare. Sono un po' sbagliata, mi succede, è così, non riesco ad amare le persone giuste. Ma io sono felice quando amo chi amo. Come tutti. E mi sto accettando, perché quello è l'unico amore che sento e non lo voglio scordare. Allora, il silenzio di due anni diventa parola. Tutti i segreti dentro me, un giorno, diventeranno parole scritte nero su bianco.
Quel giorno avrò scritto per me stessa, facendo ciò che amo perché lo amo, scrivendo di chi amo anche se chi amo non "va bene", perché dentro di me sento che amo amare proprio quella persona. Se non lo amassi, non sarei io. Se non fossi io, non scriverei. Se non scrivessi, le mie parole sarebbero vane.
Però scrivo, amo e desidero. Vivo come mi piace vivere perché è giusto così. Perché nessuno deve dirci come essere. Siamo tutti inadatti. Questo sì che "va bene". Wow.

Ogni particella di cultura va salvata, sempre

What Ever Happened - The Strokes

Cos'è la cultura?
La cultura è arte, letteratura, musica. E' sapere.
La cultura è ciò che portate sempre con voi. Dall'infanzia.
Quando siamo piccoli è solo un astuccio, poi diventa uno zainetto e, se siamo fortunati, alla fine avremo una valigia, una di quelle grandi, per traslocare dall'altra parte del mondo.
Tutti i centri storici che avete visto durante gli anni sono cultura. A volte la cultura vi accompagna nelle vostre notti migliori quando correte tra i palazzi. Tutto ciò che avete intorno è cultura.
L'altro giorno mi sono fermata a fantasticare in libreria. Ero l'unica che girovagava tra i classici. Leggevo le trame di qualsiasi cosa. Anche dell'Odissea. Perché l'Odissea, l'Eneide, l'Iliade, I Promessi Sposi e la Divina Commedia non si studiano solo a scuola, sono libri. Libri che, come tutti gli altri, danno grandi, anzi grandissime, emozioni. E sono cultura.
La cultura fa provare i sentimenti più forti. La musica è cultura. Le parole sono cultura. Anche solo lasciarsi cullare da una canzone è cultura.
E c'è chi vuole distruggere questa bellezza. C'è chi non capisce l'enorme bellezza di tutto questo. Chi non ha mai letto un libro, anche se ha imparato l'alfabeto. Chi ha solo sentito canzoni senza mai ascoltarle. Chi è sempre andato avanti, con la testa bassa o alta, non guardandosi intorno; e non ha mai visto la magnificenza di un palazzo.


Voglio aiutare tutti coloro che spendono energie a favore della cultura.
Voglio aiutare Voyager.
Anche Silvia di Fotopensieri vuole aiutare la cultura.
Ho sposato questa causa perché la ritenevo giusta. Se volete in qualche modo saperne di più cliccate qui e arriverete direttamente al post in cui Silvia spiega cos'è Voyager e perché hanno bisogno di una mano.

Fate bei sogni ;)

Inadatta

Avevo pensato di non scrivere questo post, ma lo farò.
Mi sento inadatta. 
A stare con le persone più grandi, con quelle più piccole, con quelle della mia età. 
Perché non rido per le loro spassosissime vicissitudini e non piango i loro drammi. 
Non ragiono come loro e non mi sento come loro. 
Ho paura che si rendano conto che io non somiglio loro. E dovrebbe essere bello, ma non lo è. Ne ho paura. Ho paura di venire emarginata.
Ho paura che nessuno mi amerà mai. 
E non parlo di amore passionale, parlo semplicemente di un amore sincero. Come quello tra fratello e sorella. 

Non è una paura irrazionale: sono sempre stata emarginata. Da piccola e adesso. Solo che adesso mi nascondo meglio. Lo trovo talmente ingiusto. 
So che gli emarginati vengono spesso considerati geni e artisti. Forse, però, in questo proprio momento, non vorrei essere un genio e nemmeno un'artista. Vorrei sentirmi adatta. 
Vorrei delle braccia che mi stringessero. Vorrei non sentir alcun tipo di disagio tra quelle braccia. 

Non desidero sentirmi acclamata e considerata immortale. 
Desidero che una persona mi consideri eterna. 

Se io però mi perdo a cercare quest'eternità in un'altra persona, come posso pensare che non accada lo stesso a chi cerca la mia eternità? 

Solo una voce a rincuorarmi ed io ad ascoltare per ore. E a rincuorare. 

Tutto qui.